Ultima modifica: 5 maggio 2016

Un Prato di libri 2016 – incontro con la scrittrice Silvia Vecchini

foto di Silvia vVcchini

La scrittrice Silvia Vecchini mostra agli alunni uno dei suoi ultimi lavori

 

Giovedì 14 Aprile dalle 8,30 alle 10,30 si è svolto alla scuola media Tintori un incontro tra i ragazzi di seconda media e la scrittrice Silvia Vecchini, autrice del libro “Le parole giuste” (Giunti), nell’ambito dell’evento “Un prato di libri”, che ogni anno ospita in città importanti protagonisti della narrativa contemporanea. Oltre alla scrittrice, sono intervenute la psicologa Elena Battaglia, che si occupa dei Disturbi Specifici dell’Apprendimento (tema attorno al quale ruota la vicenda del libro) e la Presidente dell’AID di Prato Manuela Zacchini.

 

 

foto degli alunni della Scuola secondaria di I grado Leonetto Tintori

Gli alunni riuniti in palestra partecipano all’incontro con la scrittrice

“Le parole giuste” ha per protagonista una adolescente di nome Emma, affetta da dislessia, in perenne difficoltà a inserirsi nel gruppo dei compagni di classe e per giunta sconvolta dalla grave malattia del padre, che deve subire un trapianto di rene. La lettura del testo ha offerto ai ragazzi l’opportunità di riflettere su tematiche impegnative, attraverso il filo conduttore delle parole, consentendo loro di avvicinarsi in modo divertente al misterioso mondo della comunicazione. Trovare le parole giuste, non solo per un’interrogazione o un compito, ma anche per comunicare emozioni e sentimenti, è il tema che ha stimolato le riflessioni dei ragazzi. Organizzati secondo ruoli prestabiliti: giornalisti, intervistatori, addetti all’ accoglienza e alla sicurezza, fotografi, gli alunni della II A-B-D e F hanno curato l’incontro nei minimi particolari, distinguendosi per il loro impegno e la loro serietà.

 

La scrittrice e le altre ospiti si sono dette colpite dall’ accoglienza ricevuta ed hanno apprezzato le poesie e gli elaborati realizzati dagli studenti. Silvia Vecchini ha risposto alle domande degli intervistatori con disponibilità e garbo, parlando anche del proprio vissuto di studentessa e coinvolgendo l’uditorio con un effetto a sorpresa: la mitica palla numero 8, dalla quale Emma pretende continuamente risposte ai suoi innumerevoli dubbi adolescenziali. La risposta della palla è stata : “È certo”, come è certo che questa esperienza rimarrà per gli insegnanti e per i ragazzi una delle più belle dell’anno

foto di un alunno che recita una poesia

Un alunno della Scuola Tintori recita una poesia che ha per tema: “Le parole giuste”

Foto di un librone cartellone regalato alla scrittrice

Foto del librone con commenti e illustrazioni che gli alunni hanno regalato alla scrittrice

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi